L’articolo 82, paragrafo 1, del regolamento n. 679/2016/UE dev’essere interpretato nel senso che per determinare l’importo dovuto a titolo di risarcimento di un danno fondato su tale disposizione, da un lato, non si devono applicare mutatis mutandis i criteri di fissazione dell’importo delle sanzioni amministrative pecuniarie previsti all’articolo 83 di tale regolamento e, dall’altro, non si deve conferire a tale diritto al risarcimento una funzione dissuasiva.

(Corte giustizia UE sez. III, 20/06/2024, n.590).

Condividi