Ai sensi dell’art. 18, comma 5, l. n. 349 del 1986 le associazioni ambientalistiche possono ricorrere in sede di giurisdizione amministrativa per l’annullamento di atti illegittimi, nel senso che le suddette associazioni ambientalistiche possono impugnare dinanzi al giudice amministrativo soltanto i provvedimenti che ledono gli interessi ambientali sia in senso stretto per la presenza di un apposito vincolo, sia in senso lato per la conservazione e valorizzazione dei beni culturali, paesaggistici ed ambientali, specificando che deve trattarsi di una lesione diretta dei predetti interessi ambientali.

(T.A.R. Potenza, (Basilicata) sez. I, 29/04/2024, n.224).

Condividi