Privacy

Condizioni di utilizzo sito e politica di privacy

Il presente sito e’ liberamente consultabile. Durante la navigazione vengono raccolte informazioni statistiche anonime. E’ possibile iscriversi gratuitamente alla newsletter dopo conferma all’email di verifica ricevuta: in ogni caso i dati non sono comunicati a terzi, e l’iscritto puo’ cancellarsi da solo in ogni momento. All’iscrizione registriamo data, ora, ip e coordinate in caso di contestazioni. Per cambiare l’email, cancellate la vecchia ed iscrivete voi stessi la nuova. Nei contatti che prenderete con noi vi invitiamo a lasciare un vostro recapito che sarà usato solo per ricontattarvi. La richiesta di contatti o di preventivi o ogni comunicazione non costituisce conferimento dell’incarico, che puo’ o non puo’ essere accettato. Si applica il codice deontologico forense e il tariffario forense.

L’avvocato Chiara Tosi e’ iscritto all’ Ordine di Verona. Ricordiamo che si gode dei diritti di cui all’art. 7 legge privacy e successive modificazioni, tra i quali modifica, cancellazione, aggiornamento, che potete esercitare voi stessi on line. In caso di contestazione vi invitiamo a contattarci a mezzo raccomandata r.r. indirizzata alla sede dello Studio, anticipandone il contenuti via email o fax.

Responsabile del trattamento dei dati personali e’ il titolare dello studio, l’Avvocato Chiara Tosi. Per ulteriori informazioni si veda il sito del Garante della Privacy. P.I. 02585610237 Polizza Professionale Unipol n. 000255470.

Persona fisica e diritti della personalità

bilanciaIn tema di azione di risarcimento dei danni da diffamazione a mezzo della stampa, qualora la narrazione di determinati fatti sia esposta insieme alle opinioni dell’autore dello scritto, in modo da costituire nel contempo esercizio di critica, stabilire se lo scritto rispetti il requisito della continenza verbale è valutazione che non può essere condotta sulla base di criteri solo formali, richiedendosi, invece, un bilanciamento dell’interesse individuale alla reputazione con quello alla libera manifestazione del pensiero, costituzionalmente garantita (art. 21 cost.), bilanciamento ravvisabile nella pertinenza della critica all’interesse dell’opinione pubblica alla conoscenza non del fatto oggetto di critica, ma di quella interpretazione del fatto, che costituisce, assieme alla continenza, requisito per l’esimente dell’esercizio del diritto di critica. (Tribunale Grosseto, 13/10/2016, n. 791)

Persona fisica e diritti della personalità

libroLa persistente pubblicazione e diffusione, su un giornale “on line”, di una risalente notizia di cronaca (riguardante, nella specie, una vicenda giudiziaria per un fatto accaduto circa due anni e mezzo prima della instaurazione del relativo procedimento ex art. 152 d.lg. n. 196 del 2003) esorbita, per la sua oggettiva e prevalente componente divulgativa, dal mero ambito del lecito trattamento di archiviazione o memorizzazione “on line” di dati giornalistici per scopi storici o redazionali, configurandosi come violazione del diritto alla riservatezza quando, in considerazione del tempo trascorso, sia da considerarsi venuto meno l’interesse pubblico alla notizia stessa. (Cassazione civile sez. I, 24/06/2016, n. 13161)