Smacco ai Cacciatori

Il 2 settembre per decisione della Regione Veneto la stagione venatoria doveva ripartire, anche se la legge nazionale indicava come data di inizio il 20 settembre, giorno che coincide con le elezioni regionali.

Grazie alla pronuncia del Tar del Veneto, su istanza delle associazioni ambientaliste fra cui la Lipu, l’apertura della stagione di caccia è stata rinviata al 20 settembre per alcune specie quali la Tortora, la Gazza, la Ghiandaia, la Cornacchia grigia e la Cornacchia nera.

È una grande vittoria a difesa della Natura, che salva la vita a centinaia di migliaia di animali, impedendo ai cacciatori di usare la doppietta. I controlli sul territorio, tuttavia, dovranno essere serrati, perché altrimenti si rischia che un provvedimento così clamoroso venga vanificato in assenza di vigilanza in ambito venatorio, con l’uccisione di specie non cacciabili in pre apertura.