Lavoro

17Dic 2018

L’indebito conseguimento dell’indennità di malattia da parte del lavoratore configura il reato di truffa aggravata (nella specie, l’imputato aveva certificato all’azienda il proprio stato di malattia, percependo l’indennità erogata dall’INPS, e contemporaneamente aveva lavorato per un’altra società). Cassazione penale sez. II, 14/09/2018, n.47286

31Ott 2018

È risarcibile il danno da straining, ovvero una forma attenuata di mobbing nella quale manca il carattere della continuità delle azioni vessatorie, laddove venga lesa l’integrità psico·fisica del lavoratore. La Cassazione conferma così la tendenza ad ammettere tale tipo di risarcimento del danno e lo fa in relazione alla vicenda di un impiegato bancario prima […]

26Ott 2018

La puntuale allegazione delle modalità usuranti di prestazione del servizio formulata dal lavoratore, il quale è costretto a lavorare in condizioni logoranti per la mancanza di altro personale, risulta idonea a circoscrivere la materia controversa, evidenziando con chiarezza gli elementi in contestazione (fattispecie in cui il lavoratore aveva chiamato in giudizio l’ente datore per aver […]

07Giu 2018

Il licenziamento intimato per il perdurare delle assenze per malattia od infortunio del lavoratore, ma prima del superamento del periodo massimo di comporto fissato dalla contrattazione collettiva o, in difetto, dagli usi o secondo equità, è nullo per violazione della norma imperativa di cui all’art. 2110, comma 2, cod. civ.. Questo il chiarimento della Corte […]

27Apr 2018

Il datore di lavoro che ritarda ingiustificatamente l’assunzione del lavoratore è tenuto a risarcire il danno che questi ha subìto durante tutto il periodo in cui si è protratta l’inadempienza datoriale, a far data dalla domanda di assunzione. Tale pregiudizio deve essere determinato, senza necessità di una specifica prova da parte del lavoratore, sulla base […]

20Mar 2018

In tema di licenziamento per giusta causa, l’immediatezza della comunicazione del provvedimento espulsivo rispetto al momento della mancanza addotta a sua giustificazione o rispetto a quello della contestazione, si configura come elemento costitutivo del diritto al recesso del datore di lavoro e deve essere inteso in senso relativo, potendo – in concreto – essere compatibile […]

07Mar 2018

Nel rito del lavoro, la proposizione in giudizio di una domanda relativa a un contratto già impugnato con un precedente ricorso, fondata tuttavia su una diversa “causa petendi”, non costituisce abuso del processo per ingiustificato e arbitrario frazionamento della domanda, in quanto non mira a realizzare una esclusiva utilità dell’attore e non determina un inutile […]

21Feb 2018

Lo svolgimento di un’attività autonoma come quella di collaborazione coordinata e continuativa suscettibile di redditività fa cessare lo stato di bisogno connesso alla disoccupazione involontaria e comporta il venir meno tanto del diritto all’indennità di disoccupazione quanto del diritto all’indennità di mobilità. I fatti L’INPS negava la corresponsione dell’indennità di mobilità ad un disoccupato, ex […]

07Feb 2018

Secondo una recente sentenza della Cassazione, non è giustificato il rifiuto della prestazione da parte del dipendente anche se adibito a mansioni inferiori. Il lavoratore adibito a mansioni non rispondenti alla qualifica può chiedere giudizialmente la riconduzione della prestazione nell’ambito della qualifica di appartenenza, ma non può rifiutarsi senza avallo giudiziario di eseguire la prestazione […]

  • 1
  • 2