Contratti

03Dic 2020

L’articolo 1655 c.c. definisce il contratto di appalto come contratto col quale una parte assume, con organizzazione dei mezzi necessari e con gestione a proprio rischio, il compimento di un’opera o di un servizio verso un corrispettivo in denaro. Da ciò deriva la regola generale per cui è l’appaltatore a rispondere dei danni provocati durante […]

07Apr 2020

Il vincolo del prezzo massimo di cessione dell’immobile in regime di edilizia agevolata L. n. 865 del 1971, ex art. 35,qualora non sia intervenuta la convenzione di rimozione L. n. 448 del 1998, ex art. 31,comma 49 bis, segue il bene nei passaggi di proprietà, a titolo di onere reale, con efficacia indefinita, attesa la […]

04Lug 2018

Una recente sentenza della Cassazione afferma che nel mutuo di scopo, sia esso legale o convenzionale, la destinazione delle somme mutuate entra nella struttura del negozio connotandone il profilo causale, sicché la nullità di un tale contratto per mancanza di causa sussiste solo se quella destinazione non sia rispettata, mentre è irrilevante che sia attuata […]

07Giu 2018

Il licenziamento intimato per il perdurare delle assenze per malattia od infortunio del lavoratore, ma prima del superamento del periodo massimo di comporto fissato dalla contrattazione collettiva o, in difetto, dagli usi o secondo equità, è nullo per violazione della norma imperativa di cui all’art. 2110, comma 2, cod. civ.. Questo il chiarimento della Corte […]

01Giu 2018

Secondo una recente sentenza della Cassazione, rientra nei poteri del giudice delegato, a norma degli art. 25, comma 1, n. 8, e 92 ss. legge fall., provvedere alla determinazione dell’equo compenso per l’uso della cosa, ai sensi dell’art. 1526, comma 1, cod. civ., ove il creditore richieda tale credito con domanda di ammissione allo stato passivo fallimentare I […]

24Mag 2018

Affinché possa configurarsi dolo omissivo e possa giungersi all’annullamento del contratto, è necessario che l’inerzia o il silenzio di uno dei contraenti s’inserisca in un comportamento complesso, preordinato, con malizia ed astuzia, ad ingannare la controparte. Il semplice silenzio o reticenza, viceversa, anche se afferenti a situazioni che risultino d’interesse per la controparte, non sono […]

18Mag 2018

Ritardi più disagi vari per una coppia di nonni con i nipotini sul treno. Per la Cassazione però, c’è solo il diritto ad ottenere poco più di 7 euro per i viaggiatori, cioè la metà del prezzo di ciascun biglietto. Infatti, sostengono i giudici che in tema di risarcimento del danno non patrimoniale non sono […]

16Mag 2018

Nel caso in cui il contraente abbia stipulato due polizze, a copertura del medesimo rischio di assicurazione contro l’invalidità permanente da malattia, in assenza di un collegamento negoziale tra le due polizze o di previsioni specifiche sulla loro cumulabilità, si è in presenza di due assicurazioni relative al medesimo rischio con quantificazione predeterminata del danno […]

07Mag 2018

La promessa di pagamento, dal punto di vista processuale, dispensa colui a favore del quale la dichiarazione è stata fatta, dall’onere di provare i fatti costitutivi del debito come relevatio ab onere probandi. Nel caso in cui la promessa coesista con l’indicazione del fatto costitutivo del debito suddetto, tale indicazione ha natura di confessione, la […]

09Apr 2018

L‘illeggibilità della firma non incide sulla validità del negozio per difetto della forma scritta ‘ad substantiam’, ma determina la necessità di accertare l’identità dell’autore per verificarne – sulla base degli elementi ricavabili dal medesimo atto (intestazione, ufficio di provenienza, esercizio di determinate funzioni) – la legittimazione al negozio. I fatti La società ricorrente contestava l’effettiva […]