Sussiste l’ipotesi di circonvenzione di incapace allorché il disponente si sia determinato a ragguardevoli liberalità in ragione della sua condizione di anziano solo e privo di successibili legittimari, avendo maturato una non celata passione verso una giovane, che a sua volta lo aveva raggirato con finalità (realizzate) di arricchimento, profittando di questa riconosciuta vulnerabilità (fattispecie in cui il reato si era però prescritto).

Cassazione penale sez. II, 26/11/2019, n.49111.