bilanciaOgni qualvolta intenda emanare un atto che incida sfavorevolmente sulla sfera giuridica altrui, la pubblica amministrazione è tenuta a darne preventivo avviso al soggetto destinatario, salvo che esistano particolari esigenze di celerità richiamate nel provvedimento ovvero che l’interessato sia stato comunque posto in condizione di partecipare al procedimento stesso. Detto principio trova applicazione anche ai casi di revisione della patente di guida per inidoneità (nella specie, l’Amministrazione non aveva fornito la prova della notifica dei verbali da cui sarebbe dipeso l’azzeramento dei punti).

T.A.R. Roma, (Lazio) sez. III, 12/02/2019, n.1826.

Condividi